Maria Elisa Campanini
Latest posts by Maria Elisa Campanini (see all)

Pelle ed emozioni

La pelle è l’organo di “confine” del nostro corpo, il più esposto e visibile, che ci delimita, ci protegge, ci contiene e ci rappresenta, quasi fosse il “vestito” del nostro Io. La pelle è anche un importantissimo organo di contatto e comunicazione, che reagisce molto rapidamente a tutti gli stress, i conflitti, le frustrazioni o i disagi della vita quotidiana, e possiamo simbolicamente paragonarla a una tela su cui si dipingono le emozioni e gli stati d’animo più profondi.

 C’è infatti un legame molto stretto tra la cute e il sistema nervoso, in continuo contatto tra loro attraverso i neuromediatori, tanto che ogni alterazione emotiva (come, per esempio, rabbia, paura, imbarazzo o vergogna) si manifesta all’esterno in modo spesso immediato e vistoso: arrossendo, impallidendo o sotto forma di sudorazione, macchie o prurito “racconta” quello che avviene dentro di noi. Eczemi, dermatiti, orticaria, acne, irritazioni e infiammazioni possono infatti essere considerati come la manifestazione esterna – quasi sempre appariscente, “rossa”, calda o bruciante – delle nostre sofferenze interiori.

 I rimedi floreali si dimostrano di grande efficacia per il trattamento di moltissimi disturbi cutanei e delle emozioni che ne sono la causa, e aiutano a “ripulire” da scorie e tossine l’intero organismo psicofisico.

 

Considerato il fiore di “pulizia” del sistema Bach, Crab Apple svolge un’intensa azione drenante, disintossicante e purificatrice sugli organi emuntori e sulla pelle. Utile per la prevenzione e il trattamento di tutti i disturbi dermatologici, questa essenza aiuta a liberarsi non solo dalle tossine, ma anche dai pensieri negativi, dalla vergogna, dal disagio e dalla repulsione per il proprio corpo e le sue imperfezioni.

I fiori australiani ci offrono un aiuto straordinario per riequilibrare molti disturbi cutanei e per affrontarne consapevolmente le cause emotive.

 Spinifex, un’erba cespugliosa dalle lunghe foglie urticanti, viene utilizzata da millenni dagli aborigeni australiani per “ripulire” la pelle da eruzioni, eczemi e dermatiti. Con questa pianta si prepara un’essenza floreale dalle proprietà antipruriginose, lenitive e purificanti, utilissima per il trattamento di tutte le affezioni cutanee: lenisce infiammazioni e irritazioni, aiuta a combattere bolle, vesciche, desquamazioni e arrossamenti, favorisce la cicatrizzazione di tagli e piccole ferite. Massaggiato sulla pelle quando le prime bolle dell’herpes cominciano a svilupparsi, Spinifex riesce molte volte a ridurre la “crisi” o abbreviarne il decorso. Ma il grande merito di questo rimedio è quello di “portare fuori” la causa profonda del disagio e favorirne la presa di coscienza, permettendone la rielaborazione.

Per contrastare l’acne, fonte di ansia, imbarazzo e complessi d’inferiorità, è consigliabile ricorrere a Billy Goat Plum, un rimedio floreale dalle proprietà depurative e sfiammanti che aiuta a “liberare” la pelle dai brufoli e a superare la ripugnanza e i complessi causati dall’acne e dai presunti difetti fisici.

 

 Green Essence (o “essenza verde”) è un particolare composto preparato con i germogli di erbe aromatiche appena raccolte, che svolge una potente azione drenante e purificante sull’organismo umano, lo protegge dalle infezioni fungine e lo rende meno vulnerabile all’attacco di virus, batteri, funghi e parassiti. Green Essence è un ottimo coadiuvante nel trattamento di micosi e funghi della pelle, infezioni da Candida e Clamidia e infestazioni da parassiti (come, per esempio, i pidocchi).

Mulla Mulla, considerato uno dei più efficaci rimedi del Bush australiano, possiede specifiche proprietà protettive contro ogni tipo di disturbo causato dall’esposizione al fuoco e al calore: scottature, eritemi solari, ustioni e bruciature, e difende la pelle e gli organi interni dall’esposizione a raggi ultravioletti, raggi X o radioterapia, diminuendo così – come una sorta di “scudo” protettivo – i danni da assorbimento.

 

 

Maria Elisa Campanini
Latest posts by Maria Elisa Campanini (see all)